Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici o assimilati solo per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi.
Sabato, 25 03 2017

Nuovo Programma della Regione Lazio di Vaccinazione contro la Polmonite da Pneumococco.

Nuovo Programma della Regione Lazio di Vaccinazione contro la Polmonite da Pneumococco.Ora La Regione Lazio offre gratuitamente la Vaccinazione ai soggetti a rischio.

Ti consigliamo di vaccinarti contro lo pneumococco al momento della vaccinazione antinfluenzale. LEGGI TUTTO.

Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2016-2017

Come tutti gli anni, la Regione Lazio predispone una campagna di vaccinazione antinfluenzale mettendo a disposizione più di un milione di dosi di vaccino da offrire gratuitamente, attraverso i Medici di Medicina generale, i Pediatri e le ASL, alle categorie considerate a rischio. LEGGI TUTTO.

Commiato

Si conclude oggi con un atto formale del Consiglio Regionale del  Lazio non solo la mia esperienza di direzione, ma anche l’esistenza della ASL RMC che confluisce nella Azienda Sanitaria Locale Roma 2, all’interno di una complessiva riconfigurazione degli assetti territoriali del Servizio Sanitario Regionale.

Si conclude dunque una fase, ma non si ferma certo una storia, una storia di servizio, di esperienze professionali, di competenze, di cambiamenti della quale ho avuto il privilegio di essere parte con una grande responsabilità alla quale ho cercato di fare fronte con un impegno costante.

Sono stato nominato Direttore Generale della ASL RMC nel marzo 2014 e la squadra della Direzione si è completata nel mese di aprile con l’arrivo del Direttore Sanitario, la Dott.ssa Capasso,  e del Direttore Amministrativo, la Dott.ssa Cavalli. Insieme abbiamo cercato di capire, di progettare, di realizzare. Insieme abbiamo cercato di contribuire ad una trasformazione dell’Azienda che le consentisse di affermare il suo ruolo e le sue responsabilità di tutela, di assistenza, di garanzia per la salute dei cittadini in un contesto complesso e reso ancora più difficile dalla crisi sociale ed economica che stiamo attraversando.

Il progetto di trasformazione è ancora in corso,  ma, nella parzialità di quello che è stato realizzato, credo già si distinguano le linee dell’edificio in costruzione.

Il filo conduttore della nostra azione può essere rintracciato nello sforzo di definire l’identità aziendale intorno ad un’idea esplicita e riconoscibile di cambiamento e di creare intorno a questa identità un senso collettivo di appartenenza e di scopo.

L’elemento fondante del progetto è stato quello di immaginare un’Azienda Sanitaria Locale che fosse interlocutore privilegiato dei cittadini, che assumesse come propri i loro problemi, che si facesse carico dei loro bisogni. L’Azienda delineata nel Piano Strategico e nell’Atto Aziendale non si esaurisce dunque nelle funzioni di erogazione dell’offerta sanitaria e di pagamento dei servizi forniti ai cittadini da altri soggetti, pubblici e privati, ma si vuole mettere accanto alle persone per garantire la loro salute e accompagnarle in percorsi, necessari e appropriati, di tutela e di assistenza.

È in questa prospettiva che l’idea di Percorso diventa l’asse principale della proposta di cambiamento e si articola in una pluralità di aree tematiche, a loro volta suddivise per tipologia di intervento o tipologia del bisogno cui dare risposta.

È in questa prospettiva che l’offerta aziendale di servizi o l’acquisto di prestazioni diventano strumentali alla gestione di percorsi che affrontino in tutti i casi un problema, o un rischio, che riconoscano una popolazione bersaglio, che si propongano esplicitamente un risultato, di tutela o di salute.

Nel prendere congedo dall’Azienda sono consapevole del molto che rimane da fare, ma sono altrettanto consapevole  di quello che siamo riusciti a costruire in un periodo davvero breve in termini di competenze, di impegno, di passione di curiosità e di coraggio, un patrimonio che i professionisti della RMC porteranno certamente nella loro nuova Azienda.

Grazie a tutti e a tutti molti auguri per il 2016

Carlo Saitto