Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici o assimilati solo per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi.
AVVISO

Abolito l’obbligo, da parte delle aziende, della tenuta del registro infortuni.

Il Decreto Legislativo 14 settembre 2015 n. 151 (in vigore dal 24/09/2015), all’art. 21 comma 4, ha abolito l’obbligo di tenuta del registro infortuni. Tale abolizione decorre dal novantesimo giorno dalla data di entrata in vigore del decreto e quindi dal 23 dicembre 2015.

A seguito di tale provvedimento le ASL non effettueranno più la vidimazione dei registri infortuni.

Resta fermo l’obbligo dei datori di lavoro di comunicare all'INAIL i dati relativi agli infortuni sul lavoro che comportino un'assenza dal lavoro di almeno 1, per via telematica. L’Istituto assicuratore rende disponibili telematicamente i dati ai soggetti obbligati.



Direttore: f.f. Giuseppina Bosco

Via del Casale de Merode, 8 00147 Roma Tel. 06.51005402/6454 - Fax 06.51005401 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 Chi siamo?

Il Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (S.Pre.S.A.L.) è l'organizzazione preposta al controllo delle condizioni di igiene e sicurezza negli ambienti di lavoro per la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali. Il Servizio ha competenza sui luoghi di lavoro situati nel territorio dei Municipi exVI, exIX, exXI e exXII del Comune di Roma (nel complesso 600.000 abitanti e 20.000 unità produttive circa). Vi operano oltre quaranta professionalità tra medici, laureati di altre discipline, operatori sanitari, tecnici e amministrativi.  

Che cosa facciamo?

Il Servizio Pre.S.A.L.:

  • Raccoglie ed elabora le informazioni necessarie per accertare i rischi lavorativi e lo stato di salute dei lavoratori
  • Rilascia le autorizzazioni previste da specifiche norme di legge in materia
  • Verifica, attraverso la vigilanza nei luoghi di lavoro, le condizioni di igiene e sicurezza ed il rispetto delle normative vigenti
  • Accerta le cause e le responsabilità nei casi di infortunio e di malattia professionale
  • Promuove l'educazione alla salute dei soggetti esposti a rischi lavorativi
  • Fornisce informazioni e assistenza alle imprese e ai lavoratori sull'attuazione delle normative di legge e su problemi tecnico-sanitari
  • Coordina e controlla gli accertamenti sanitari eseguiti dai medici competenti delle aziende
  • Effettua indagini sui fattori di inquinamento di natura fisica e chimica nei luoghi di lavoro
  • Progetta e realizza iniziative di aggiornamento e di formazione

E' necessario rivolgersi a questo Servizio per:

  • Presentare ricorso avverso il giudizio di inidoneità parziale o totale espresso dal medico competente dell'azienda (art.41 c. 9 D.Lgs. 81/08)
  • Richiedere le autorizzazioni in deroga previste dalle norme vigenti:
    • locali chiusi sotterranei o semisotterranei (art. 65 D.Lgs .81/08),
    • locali di altezza inferiore a 3 metri adibiti a lavorazioni industriali con più di 5 dipendenti, o a lavorazioni con particolari rischi, per i quali vige l'obbligo della sorveglianza sanitaria dei lavoratori (art.63 c.1 e allegato IV punto 1.2.4. D.Lgs 81/08 )
    • esonero dall'obbligo del locale refettorio, previsto per le aziende con più di 30 dipendenti (art. 63 c.1 e allegato IV punt1 1.11 ;2.;3.1; D.Lgs. 81/08)
    • autorizzazione delle misure alternative adottate dal datore di lavoro, quando i vincoli urbanistici o architettonici impediscono l'adeguamento dei luoghi di lavoro preesistenti alle nuove disposizioni previste dal art. 63 c.5 D.Lgs. 81/08

Il Servizio rilascia pareri al Servizio Igiene e Sanità Pubblica sugli aspetti di propria competenza per l'autorizzazione delle attività sanitarie.

Al Servizio devono essere presentati:

  • I progetti di costruzione, ampliamento o modifica di un edificio o di un locale adibito a lavorazioni industriali con più di tre dipendenti, prima dell'inizio dei lavori (art.67 D.Lgs.81/08)
  • I piani di lavoro per la rimozione di materiali contenenti amianto, 30 giorni prima dell'inizio dei lavori (art.356 D.Lgs 81/08)
  • Le attestazioni di ccp dell'avvenuto pagamento delle ammende per contravvenzioni alla normativa di igiene e sicurezza del lavoro (D.Lgs. 758/94)
  • Comunicazioni e notifiche previste dalle norme vigenti, in particolare:
    • Uso di agenti cancerogeni o agenti biologici (nei casi previsti dal D.Lgs. 81/08)
    • Esposizione ad amianto (nei casi previsti dal D.Lgs. 81/08 )
    • Notifica apertura cantieri edili (nei casi previsti dal D.Lgs 81/08)

Al Servizio possono essere presentati esposti o segnalazioni relativi a violazioni o inadempienze sull'igiene e sicurezza del luogo di lavoro.

Come e dove trovarci?

via del casale de Merode, 8 00147 Roma tel 06.5100.5402/8996 - fax 06.5100.5401 

Orario al pubblico:

 giovedì dalle 09.00 alle 12.00