Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici o assimilati solo per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi.
Sabato, 25 03 2017

Presentazione Azienda

Principi Fondamentali

"La salute è un bene fondamentale per l'individuo e per la collettività."
E' a questo principio che si ispira tutto il Sistema Sanitario Nazionale, sistema che è in continua evoluzione, come tutti i sistemi del mondo.

Il contesto sociale mutevole e complesso pone l'esigenza di avviare nel Paese un vero e proprio patto di solidarietà per la salute, che impegni le istituzioni preposte alla tutela della salute e una pluralità di soggetti: i cittadini, gli operatori sanitari, le istituzioni, il volontariato, i produttori, non profit e profit, di beni e servizi di carattere sanitario, gli organi e gli strumenti della comunicazione, la comunità europea ed internazionale.
I risultati di salute non dipendono infatti solo dalla qualità tecnica delle prestazioni, ma trovano radici più profonde nella responsabilizzazione dei soggetti coinvolti e nella loro capacità di collaborare.
Gli operatori sanitari sono lo strumento essenziale per assicurare il buon funzionamento del servizio, l'efficacia degli interventi e la soddisfazione dei cittadini.
L'umanizzazione del rapporto relazionale in tutte le situazioni di incontro fra cittadini e Servizio sanitario nazionale è la strada prioritaria per realizzare il patto di solidarietà per la salute.
Un sistema di servizi equo ed efficace è un fattore essenziale, anche se non esclusivo, per garantire la partecipazione alla vita sociale e l'espressione delle capacità individuali a tutti i cittadini, nel rispetto del principio di uguaglianza delle opportunità all'interno dell'intera comunità.
Il Sistema Sanitario Regionale si colloca organizzativamente, immediatamente al di sotto del Sistema sanitario nazionale, assumendo il ruolo istituzionale di tutela della salute della popolazione, con l'obiettivo esplicito di migliorarla.
Il S.S.R., se da un lato possiede le competenze necessarie per costruire e leggere l'informazione utile a definire il rapporto tra i fattori di rischio e l'insorgenza delle malattie, dall'altro ha il compito di fornire comunque una risposta soddisfacente al bisogno di salute e di assistenza dei cittadini. Considerato che agiamo in un contesto in cui i cambiamenti dei comportamenti individuali e collettivi, sono determinati dal cambiare delle culture e dalla sempre maggiore mobilità della popolazione, la povertà e le diseguaglianze socioeconomiche sono causa di danni alla salute, sempre più frequentemente i cittadini si dichiarano insoddisfatti di numerosi aspetti del Ssn e si impone l'individuazione di modelli di risposta più adeguati alle crescenti aspettative della popolazione.
I cittadini che utilizzano i servizi sanitari non sono in condizione di valutare direttamente quale "Prestazione" è utile per affrontare uno specifico problema di salute. E' il sistema sanitario stesso che sceglie per conto del cittadino la prestazione da erogare, garantendone l'efficacia e l'appropriatezza rispetto al problema di salute esistente. Il prodotto finale quindi, non è costituito dalle prestazioni ma dalla "quantità e qualità" di vita guadagnata per gli individui e la popolazione.
Di conseguenza il "successo" di un sistema sanitario viene misurato in termini di salute prodotta negli individui e nella popolazione di riferimento.